Norme Generali

CAPITOLO III
NORME GENERALI

Di seguito sono elencate alcune norme generali e di comportamento che servono ad usufruire nel modo migliore delle attrezzature del Club, ed a regolare i rapporti interpersonali. Per una migliore lettura i vari capitoli sono elencati in ordine alfabetico per facilitarne la ricerca.

1) ABBIGLIAMENTO
a) I Soci devono frequentare i locali della Club-House in tenuta decorosa, specialmente alla sera. E' consentito accedere in abbigliamento sportivo solo alla Buvette ed alla Segreteria.
b) In occasione delle cene sociali ed altre manifestazioni i Signori sono pregati di indossare giacca e cravatta. E' consigliato indossare i simboli sociali ( stemma o distintivo del Circolo, cravatta del circolo).
c) Le tenute sportive devono essere uniformate alla normale consuetudine di ogni attività escludendo quindi abbigliamenti succinti (per il golf in estate si suggeriscono pantaloni bermuda e magliette polo) come indicati dagli appositi tabelloni.
E' vietato il topless in piscina.

2) ACCESSO AL CAMPO
a) Possono accedere al campo da golf i giocatori classificati.
b) I giocatori principianti che non abbiano ancora ottenuto l’handicap, prima di accedere al campo, devono ottenere l'autorizzazione scritta dal Professionista ( CARTA VERDE ) e dalla Direzione dopo aver sostenuto l'esame delle Regole del golf unicamente per la partecipazione alle gare aperte ai giocatori nc.
c) I Soci non giocatori o gli ospiti potranno accedervi con calzature idonee solo dietro autorizzazione della Segreteria e sotto la piena responsabilità del socio che li accompagna nel numero massimo di una persona per giocatore; in ogni caso dovranno tassativamente evitare di recare disturbo ai giocatori, di mettersi in posizioni pericolose, e di camminare sui greens.
d) L' accesso al campo è vietato ai bambini di età inferiore ai 10 anni se non giocatori o accompagnati.
e) E' tassativamente vietato circolare sul campo da golf con automezzi, motocicli e biciclette, anche percorrendo le strade di servizio all’interno di esso. Il transito e la circolazione sono consentiti solo ai mezzi di lavoro e di servizio ed ai Golf-Cars con le limitazioni previste dall'apposito Regolamento. Fa eccezione la strada di accesso alla "Castagnola" per coloro che vi risiedono.
f) Sul percorso e negli ambienti del Circolo non sono ammessi cani od altri animali in genere, anche se tenuti al guinzaglio.

3) ARMADIETTI
Sono riservati ai Soci che ne abbiano fatta richiesta, in regola con il pagamento di quanto dovuto.

4) AUTOMEZZI
a) L' accesso degli automezzi dei soci e loro ospiti al parcheggio del Circolo deve avvenire a velocità moderata e senza provocare rumori molesti.
b) I veicoli devono essere unicamente parcheggiati negli spazi riservati, ed è vietata la sosta davanti all'ingresso della Club-House o alle vie di transito.

5) BAMBINI
a) Sono ammessi nel Circolo i bambini di età inferiore ai 10 anni, figli di soci, sempre accompagnati dai genitori o da persone per essi responsabili e mantenendosi entro gli spazi indicati dalla Segreteria ( sala ristorante, sala bambini, zona giochi esterna, piscina piccola ). Non devono arrecare disturbo ai soci.
b) Non sono ammessi quali Ospiti bambini di età inferiore ai 10 anni, salvo preventiva autorizzazione del Segretario.
c) Non devono essere organizzati giochi molesti all'interno della Club-House e nelle immediate vicinanze di essa, ed è vietato il gioco del pallone al di fuori degli spazi riservati. E’ esclusa l’introduzione di giochi pericolosi e armi giocattolo.
d) Ovunque è vietato l’uso di radio portatili o riproduttori di musica se non utilizzati con apposite cuffie.
e) I partecipanti ai Corsi Collettivi devono seguire scrupolosamente quanto indicato dai maestri e dal regolamento del corso. I genitori che li accompagnano non possono sostare nel campo pratica durante lo svolgimento dei corsi.

6) BAR E BUVETTE
a) I soci sono tenuti a saldare immediatamente, o a compilare l'apposito biglietto di controllo , le proprie consumazioni e quelle dei loro eventuali ospiti.
I conti devono essere in ogni caso liquidati in giornata.
b) I giocatori in gara hanno la precedenza nel servizio e ad essi è riservato uno spazio apposito.

7) CADDY MASTER
a) Provvede all’eventuale assegnazione dei Caddies ai giocatori che ne fanno richiesta, secondo la disponibilità dei medesimi.
b) Controlla per i non soci il pagamento del Green Fee giornaliero prima di concedere loro l’accesso al campo.
c) Ha cura delle attrezzatura riposte negli appositi locali.

8) CAMPO PRATICA E PUTTING GREEN
a) Sono riservati a tutte le categorie di soci. Non è ammessa in questa area la sosta di chi non sta praticando o prendendo lezione.
b) Le palline del campo pratica sono di proprietà del professionista e o del circolo, a pagamento, possono essere utilizzate una sola volta sul campo pratica. Diverse utilizzazioni saranno considerate appropriazione indebita e quindi oggetto di multe e di provvedimenti disciplinari deliberati dagli organi competenti.

9) CARRELLI
Sono da utilizzare esclusivamente per il gioco del golf evitando di passare con gli stessi sui battitori sui greens e sugli avant-greens.

10) CARS
a) L' uso dei Golf Cars è riservato ai giocatori, e rigorosamente limitato a due persone e due sacche per veicolo, quando le condizioni del campo lo permettono. 
b) Dovranno essere usati con moderazione con il solo scopo di accompagnare il giocatore, mantenendoli a lato del percorso o seguendo le apposite indicazioni previste.
E' tassativamente vietato il passaggio sui greens, avant-greens e battitori.
c) Durante lo svolgimento del gioco sono sotto la diretta responsabilità dei giocatori e devono essere impiegati solo per il trasporto degli stessi e delle loro attrezzature.
d) Possono essere condotti esclusivamente dai maggiori di 18 anni ed è tassativamente vietato il trasporto di bambini con età inferiore a sette anni.
e) La trasgressione alle suddette norme comporta l’immediata sospensione dall’uso del car ed il pagamento di una multa, la cui entità sarà stabilita dal Consiglio Direttivo.

11) ETICHETTA DI GIOCO
Oltre alle regole proprie, nel gioco del golf è bene seguire alcune norme di comportamento generale per non disturbare gli altri giocatori e non danneggiare il campo. Ricordiamo di seguito alcune delle principali:
p r e c e d e n z e : i team in gara hanno precedenza su tutti quelli fuori gara; quelli impegnati in 18 buche su quelli che ne fanno solo 9;la precedenza sul campo è determinata dalla velocità di gioco del gruppo a meno che sia stato diversamente disposto dal Comitato di gara; sono vietati i team di più di quattro giocatori; il percorso deve essere seguito secondo l’ordine naturale delle buche; ...ecc.
s u l p e r c o r s o: non fare colpi di pratica sui battitori; evitare di parlare ad alta voce; seguire l’ordine di gioco; rimettere a posto le zolle; lasciare il passo alle partite più veloci; non tagliare il percorso; rispettare gli orari di partenza; buttare mozziconi, carte ed oggetti nelle apposite cassette alle partenze;...ecc.
s u i g r e e n s : liberare immediatamente il green appena terminato il gioco, rimettendo al suo posto la bandiera; livellare i pitch-marks; camminare in modo da non danneggiare il tappeto erboso con le scarpe; osservare assoluto silenzio ed immobilità quando gioca un compagno, evitando di mettersi sulla sua linea di gioco od alle sue spalle; non gettare a terra la bandiera o bastoni; non lasciare le sacche all’ingresso del green, ma in direzione della buca seguente; non buttare mozziconi di sigarette sui greens e avant-greens; rimettere nei bunkers eventuali sassi sollevati uscendone;...ecc.
s u i b a t t i t o r i : non effettuare swing di prova; è consentito effettuarli sul rough laterale o senza toccare il terreno.
n e i b u n k e r : dopo aver effettuato il colpo è doveroso rastrellare il bunker nella zona interessata ed uscire dallo stesso dalla parte posteriore, il rastrello deve essere sempre collocato all'esterno del bunker in posizione non sfavorevole ai giocatori seguenti.

12) NUOVI SOCI
d) E' fatto obbligo ai nuovi Soci presentarsi ai membri del Consiglio Direttivo e della Commissione Sportiva e, quando possibile, a tutti i vecchi soci.

13) ORARI
a) Ogni impianto sportivo o servizio sarà disponibile nei giorni di apertura del Circolo secondo gli orari indicati.
b) I Soci sono tenuti a rispettarli evitando di chiedere al personale prestazioni al di fuori di essi, neppure accordandosi con il personale stesso per modificarli. I soci che non si attenessero al rispetto di tale disposizione saranno personalmente responsabili degli inconvenienti di qualsiasi genere che dovessero derivarne.
c) L' uso degli impianti sportivi potrà essere limitato o vietato ai soci in occasione di gare riservate o per altri motivi ritenuti validi dal Consiglio Direttivo o dalla Commissione Sportiva. In caso di gare sarà cura della Commissione Sportiva o della Segreteria predisporre di volta in volta l’orario di partenza, in modo da permettere ed agevolare l'accesso ai percorsi anche ai soci fuori gara.
I Soci devono sempre prenotare, presso la Segreteria, l'orario di partenza sia per 9 che per 18 buche.

14) OSPITI
a) I soci effettivi possono portare loro ospiti all'interno del Circolo, con le limitazioni indicate dal Consiglio Direttivo, secondo la seguente procedura:
1- informare la Segreteria;
2- riempire l'apposito registro presso la Segreteria;
3- presentare gli Ospiti ai membri del Consiglio presenti nella sede sociale;
4- accompagnare sempre personalmente gli Ospiti durante la permanenza e far loro rispettare lo Statuto ed il regolamento dell'Associazione.
b) Lo stesso Ospite non potrà essere invitato al Circolo più di cinque volte all'anno anche se invitato da Soci diversi.
c) I soci possono chiedere di utilizzare privatamente determinati locali della sede sociale, per ricevimenti, matrimoni, riunioni d'affari od altri eventi particolari. In tal caso dovranno, con ragionevole anticipo, presentare domanda scritta e motivata alla Segreteria. Il Consiglio Direttivo fisserà un compenso d’uso, da versarsi in anticipo.
d) Dell'eventuale uso privato dei locali della sede da parte di un socio sarà data comunicazione agli altri Soci nell'apposito quadro comunicazioni. Gli altri soci sono pregati di non accedere ai locali assegnati per uso privato, se non espressamente invitati.
e) Il socio ospitante nulla deve pagare per i suoi ospiti in caso di brevi visite, con il solo utilizzo del Bar e Ristorante. Qualora invece gli ospiti dovessero utilizzare altre strutture, il socio ospitante dovrà pagarne le tariffe stabilite.
f) L'introduzione di ospiti senza l'osservanza della procedura stabilita, ed in particolare della compilazione dell'apposito registro, è considerata grave infrazione al regolamento.

15) PAGAMENTI
a) I green-fees, le iscrizioni alle gare, i noleggi dei Golf Cars ed i corrispettivi per gli altri servizi, devono essere pagati in anticipo alla Segreteria.
b) I conti del Bar e Ristorante, del Pro-Shop, e delle lezioni con i professionisti devono essere regolati direttamente con gli interessati. Ogni importo deve essere liquidato dal socio in giornata anche per gli eventuali ospiti.

16) PISCINA
a) E' riservata ai soci. Per gli ospiti è necessario il pagamento di un fee giornaliero da esibire al personale addetto all'entrata della piscina.
b) Si richiede di mantenere un contegno corretto evitando schiamazzi, salti, tuffi, ecc. che possono disturbare le altre persone; prima di entrare in piscina è obbligatorio farsi la doccia. I genitori sono personalmente responsabili del comportamento dei minori.
c) Nel percorso dagli spogliatoi alla piscina indossare sempre un accappatoio o almeno una maglietta. E’ inoltre vietato usare gli asciugamani degli spogliatoi. Non è consentito naturalmente accedere alla Club-House in costume da bagno o in abbigliamento succinto.
d) Le sedie e le brandine non sono prenotabili né occupabili con oggetti personali se il socio si assenta dalla zona delle piscine.
e) Il personale addetto può chiedere l'allontanamento di chi provoca disturbo.

17) PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
a) I membri del Consiglio Direttivo, della Commissione Sportiva e della Segreteria possono richiamare chi, nei locali del Circolo o sul campo da golf, si comporti non conformemente alle norme dello Statuto, del presente Regolamento ed a quelle della buona educazione e del rispetto verso gli altri Soci.
b) In caso di gravi o reiterate mancanze i soci possono essere rinviati agli Organi di Disciplina previsti dallo Statuto.

18) QUOTE ASSOCIATIVE
a) L’Assemblea, su proposta del Consiglio, delibera le quote annue di gestione e il Consiglio Direttivo stabilisce termini e condizioni del pagamento. 
b) Il socio che, trascorso il termine fissato per il versamento delle quote, non vi abbia ancora provveduto, non potrà usufruire del Circolo e sue attrezzature.
c) E' data facoltà al socio, che per gravi motivi non possa frequentare il Circolo, di chiedere l’iscrizione nella categoria di Socio Assente per un periodo non superiore a due anni pagando una quota ridotta secondo quanto stabilito dal Consiglio Direttivo. Tale associazione consente al socio la frequentazione del Circolo per massimo tre mesi consecutivi all'anno.
d) Chi non provvedesse al versamento delle quote per un periodo superiore ad un anno, perde la qualifica di socio dall'anno successivo.
e) qualora il pagamento della quota associativa venisse effettuato oltre i termini previsti, verrà applicata una penale per ritardato pagamento.
L'entità di tale penale sarà deliberata annualmente dal Consiglio Direttivo.

19) RAPPORTI CON I PROFESSIONISTI
a) Possono usufruire del campo da golf e relative attrezzature anche i professionisti di Circoli di golf italiani o stranieri regolarmente riconosciuti delle rispettive Associazioni. Il loro accesso al campo, salvo gravi motivi, dovrà essere consentito dalla Segreteria.
b) Chiunque voglia iniziare il gioco del golf e non sia già socio giocatore di questo o di altro Circolo, potrà usufruire di un corso di 3 mesi di lezioni impartite da un professionista sul campo pratica; sarà tenuto al pagamento delle lezioni, delle palle di pratica e della quota giornaliera di accesso. In nessun caso, non essendo titolare di tessera della F.I.G., potrà giocare o praticare se non durante la lezione con il professionista che si assumerà ogni responsabilità.
c) Le norme e le tariffe che regolano le lezioni impartite nell'ambito degli impianti sportivi del Circolo dovranno essere concordate tra i professionisti ed il Consiglio Direttivo nell'ambito delle normative PGAI.

20) RAPPORTI TRA SOCI ED IL PERSONALE
a) I rapporti intercorrenti fra i soci ed il personale del Circolo, i Professionisti ed il personale del Bar e Ristorante dovranno sempre essere improntati alla massima correttezza e reciproco rispetto.
b) Eventuali reclami, lamentele o suggerimenti dovranno essere comunicati al Consiglio Direttivo, scrivendoli sull'apposito registro disponibile presso la Segreteria.
c) Ove detti rapporti, o altri inerenti le attività sociali e sportiva del Circolo, non siano previsti dal presente Regolamento, saranno di volta in volta oggetto di esame del Consiglio Direttivo tramite la Segreteria.

21) RECLAMI
Il socio che ritenga di ravvisare irregolarità o non conformità al presente Regolamento o allo Statuto da parte di un altro socio o suo ospite, può stendere un reclamo usufruendo dell'apposito registro a disposizione in Segreteria.
Non saranno presi in considerazione reclami verbali.

22) RISTORANTE
a) Non è consentito accedere al ristorante in tenuta sportiva. Durante il periodo invernale si consiglia ai Signori di indossare giacca e cravatta per la cena.
b) Poiché l'affluenza è generalmente concentrata in alcuni giorni e periodi, al fine di migliorare il servizio, è consigliata la prenotazione per tempo specialmente al sabato e domenica. La prenotazione è sempre obbligatoria in occasione di Cene Sociali ed altre manifestazioni. Superata la capienza massima del giorno, anche in relazione alle scorte, il Gestore può non accettare ulteriori prenotazioni.
c) Eventuali reclami, lamentele o proposte sul servizio Ristorante e Bar devono essere effettuati per iscritto sull'apposito registro disponibile presso la Segreteria.

23) SALA GIOCO CARTE
L'accesso è limitato ai maggiori di anni diciotto e sono consentiti i giochi di carte non d'azzardo e gli altri giochi permessi dalla legge. Nello svolgimento di qualsiasi gioco si prega di osservare un comportamento atto a non disturbare gli altri tavoli.

24) SEGRETERIA
a) E' l'organo esecutivo delle decisioni del Consiglio Direttivo, della Commissione Sportiva e di ogni altra Commissione che dovesse essere costituita in futuro.
b) E' consentito l'ingresso nei locali della Segreteria solo ai membri degli Organi Sociali per lo svolgimento delle proprie funzioni. c) Ogni socio, al momento dell'arrivo al Circolo, è tenuto a comunicare alla Segreteria la propria presenza, in modo da essere reperibile in caso di necessità.
d) Presso la Segreteria sono conservati e sono tenuti aggiornati i seguenti registri e documenti:
1 - Elenco Soci e relativi indirizzi
2 - Elenco tesserati F.I.G.
3 - Situazione dei pagamenti
4 - Registro dei visitatori
5 - Registro degli Ospiti
6 - Registro dei reclami e suggerimenti 
7 - Raccolta delle comunicazioni ai Soci (di qualsiasi natura ed in ordine cronologico)
* 8 - Raccolta delle comunicazioni esposte al quadro
9 - Orari in vigore nei vari uffici e servizi
10 - Registro delle prenotazioni delle sale e della sede sociale
11 - Contabilità
12 - Raccolta dei verbali di riunione del Consiglio Direttivo
*13 - Raccolta dei verbali delle Assemblee
14 - Raccolta delle domande di ammissione nuovi Soci
15 - Inventario dei beni sociali
16 - Registro delle donazioni dell'Associazione
17 - Raccolta dei verbali di riunione della Commissione Sportiva
18 - Copia dei provvedimenti decisi dagli Organi di Disciplina.
Tutti i Soci possono chiedere la visione dei documenti contrassegnati con asterisco, mentre gli altri sono considerati di uso interno e riservati ai membri del Consiglio Direttivo ed ai Revisori dei Conti.

25) SPOGLIATOI
a) Sono riservati ai soci di ogni categoria ed agli ospiti che usufruiscono dei servizi del Circolo. Nello spogliatoio femminile non sono ammessi bambini di età superiore a cinque anni.
b) Chi non possiede l'armadietto personale (socio od ospite), è tenuto a recarsi nel settore riservato o a chiedere al personale addetto l'assegnazione di un posto dove cambiarsi.
c) E' richiesta la massima collaborazione per mantenere più ordine possibile: disporre pertanto le borse sul proprio armadietto, le scarpe nell'apposito vano sottostante ed appendere all'interno tutti i propri indumenti (specialmente quelli intimi) , in modo da lasciare gli attaccapanni liberi per indumenti ingombranti (cappotti, impermeabili, ecc. ); depositare gli asciugamani usati e i rifiuti negli appositi cestini.

26) TENNIS
a) Sono riservati gratuitamente ai soci, mentre per gli ospiti è richiesto un contributo fissato annualmente dal Consiglio Direttivo. 
b) Il campo va sempre prenotato con anticipo e il tempo d’uso massimo è limitato a due ore per quattro giocatori.
c) i giocatori, al termine del gioco, devono accuratamente livellare il terreno di gioco.
d) è vietato accedere ai campi di gioco senza scarpe idonee e senza maglietta.

27) TESSERA F.I.G.
a) Viene rilasciata dalla Segreteria ai soci in possesso di idoneo certificato medico.
b) Deve essere esibita dai soci di altri Circoli, italiani e stranieri, per accedere a tutte le strutture.

28) TESSERA PERSONALE
a) Il titolare della tessera deve averla sempre con sé per l'accesso alle strutture del circolo
b) Per nessun motivo deve essere ceduta ad altri, pena l'immediato ritiro della stessa e l’espulsione del possessore dal Circolo.
A carico del titolare cedente saranno presi provvedimenti a cura degli Organi di Disciplina.

29) WELLNESS
a) E' riservata ai soci, in possesso di idoneo certificato medico, purché con la presenza di un responsabile e comunque negli orari di presenza degli stessi, indicati all'accesso del locale.
b) L'uso per i non giocatori è consentito solo se in possesso di certificato medico 
c) E’ indispensabile seguire scrupolosamente le istruzioni d’uso per le relative apparecchiature, al fine di evitare inconvenienti alla propria salute; inoltre, come norma igienica, si richiede di utilizzare un asciugamano per sedersi sulle panche e di non camminare a piedi nudi.

30) Quanto non previsto dal presente Regolamento o dallo Statuto della Associazione sarà di volta in volta oggetto di esame e di delibera da parte del Consiglio Direttivo.


NEI LOCALI DEL CIRCOLO E' VIETATO FUMARE
L. 11 novembre 1975, n. 584, art. 1 - D.P.C.M. 14 dicembre 1995
L. 16 gennaio 2003, n.3, art. 51
Accordo Stato Regioni del 16 dicembre 2004